Cerca

Opportunità dai bandi europei e nazionali

L’Agenzia Nazionale per i Giovani gestisce in Italia i programmi europei Erasmus+: Gioventù e Corpo Europeo di Solidarietà. Come tutte le Agenzie Nazionali presenti nei paesi membri aderenti ai programmi, si occupa della selezione e finanziamento dei progetti in favore di enti pubblici, associazioni o gruppi informali nell’ambito di tre call annuali (febbraio, aprile, ottobre). 

Le 3 le scadenze per presentare i progetti in entrambi i Programmi sono:

  • 5 febbraio 2020
  • 7 maggio 2020
  • 1 ottobre 2020

CONTO ALLA ROVESCIA ALLA PROSSIMA SCADENZA(Da sviluppare*)

Erasmus+: Gioventù

Enti pubblici, associazioni o, in alcuni casi, gruppi informali possono presentare progetti e ricevere un finanziamento se approvati, nell’ambito di 3 Azioni chiave: 1) Mobilità; 2) Partenariati strategici; 3) Dialogo Giovanile. 

Azione Chiave 1 (KA1) Mobilità degli individui

Scambi di Giovani

Se sei un’associazione, un ente locale o un gruppo informale, puoi presentare un progetto per realizzare uno scambio tra gruppi di giovani tra i 13 e i 30 anni provenienti da altri paesi, per affrontare insieme un tema comune per un periodo minimo di 5 giorni e massimo di 21. I partecipanti hanno la possibilità di scambiare idee, confrontarsi, acquisire competenze trasversali, conoscenze e coscienza di realtà socio-culturali diverse tra loro.

Mobilità per gli Youth Workers

Se sei un’associazione, un ente locale o un gruppo informale, puoi presentare un progetto per realizzare di formazione e messa in rete delle esperienze e competenze degli operatori attivi nel campo dell’animazione socio educativa (youth work). Per i partecipanti a progetti sostenuti da tale Azione non sono previsti limiti di età. Obiettivo è promuovere la qualità delle strutture di supporto per i giovani, offrire sostegno a chi lavora nel settore della gioventù e alle organizzazioni giovanili, promuovere lo scambio di pratiche educative a livello internazionale, migliorare la qualità del Programma.

Scopri di più

Azione Chiave 2 (KA2) – Partenariati Strategici nel settore della Gioventù

Un partenariato strategico dà l’opportunità alle organizzazioni attive nel settore della gioventù, nonché alle imprese, agli enti pubblici, alle organizzazioni della società civile attive in diversi settori socio-economici, di cooperare per attuare pratiche innovative che portino ad un’animazione giovanile di alta qualità, alla modernizzazione istituzionale e all’innovazione sociale. Ma anche di cooperare per il riconoscimento e la certificazione a livello nazionale delle abilità e delle competenze frutto dell’educazione non formale, facendo riferimento ai quadri europei e nazionali delle qualifiche e utilizzando gli strumenti UE di convalida.

Esistono due tipologie di partenariati strategici:

  1. Partenariati strategici per sostenere le innovazioni che sviluppano risultati concreti attraverso nuove idee e contribuiscono alla loro diffusione e utilizzo;
  2. Partenariati strategici per lo scambio di buone pratiche, in cui è centrale il collegamento in rete dei partner e l’apprendimento reciproco 

Scopri di più

Azione Chiave 3 (KA3) Dialogo Giovanile

Nell’ambito dell’obiettivo comunitario di ridurre la distanza tra giovani ed istituzioni europee, di armonizzare le politiche dei Paesi membri in materia di gioventù e di coinvolgere direttamente i giovani nelle decisioni che li toccano da vicino, il programma Erasmus+ favorisce con la Key Action 3 – Policy reforms l’incontro tra i giovani e i responsabili delle politiche per la gioventù. Se sei un’associazione, un ente locale, puoi presentare un progetto per di Dialogo tra i giovani e i decisori politici. I progetti possono prevedere la realizzazione di attività come:

  • meeting di informazione, dibattito e consultazione tra giovani e decision makers della gioventù;
  • consultazioni di giovani;
  • meeting di preparazione alla Conferenza europea sulla gioventù;

Scopri di più

Corpo europeo di solidarietà

Enti pubblici, associazioni o, in alcuni casi, gruppi informali possono presentare progetti e ricevere un finanziamento se approvati nell’ambito del Corpo europeo di solidarietà, attraverso le seguenti tipologie di misure: Progetti solidarietà, Progetti di volontariato e Progetti di tirocinio e lavoro.

Progetti di Solidarietà

Un’associazione o gruppo informale di almeno 5 giovani dei Paesi UE tra 18 e 30 anni possono presentare un progetto per realizzare attività di solidarietà nel proprio Paese. Il gruppo sviluppa e attua il progetto per un periodo che va da 2 a 12 mesi, assumendosi impegnandosi a portare cambiamenti positivi nella propria comunità locale (in tema di inclusione sociale, accoglienza e integrazione di rifugiati e migranti, cittadinanza e partecipazione democratica, protezione dell’ambiente e della natura, creatività e cultura, ecc.).

Scopri di più

Progetti di Volontariato

Enti pubblici o associazioni previa acquisizione del Quality label (link), rilasciato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, possono presentare progetti che diano la possibilità a giovani dai 18 ai 30 anni provenienti da almeno 2 paesi, di vivere un’esperienza di volontariato fino 12 mesi, impegnandosi in progetti nei settori di inclusione sociale, ambiente, cultura e tanto altro. È prevista la copertura delle spese di vitto e alloggio e ai partecipanti è, inoltre, riconosciuto un piccolo contributo per le spese personali. I giovani possono partecipare a un’esperienza di volontariato iscrivendosi al database di Corpo europeo di solidarietà. Una volta registrati, gli iscritti possono ricevere proposte di volontariato oppure contattare direttamente le organizzazioni che pubblicizzano sul database le opportunità offerte.

Scopri di più

Progetti di tirocinio e lavoro

Enti pubblici o associazioni previa acquisizione del Quality label (link), rilasciato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, possono presentare progetti che diano la possibilità a giovani dai 18 ai 30 anni provenienti da almeno 2 paesi, di vivere un’esperienza di tirocinio e lavoro. Costituisce un’opportunità per i giovani iscritti al Corpo europeo di solidarietà per aiutare gli altri e nello stesso tempo acquisire competenze e sviluppare abilità professionali, sociali e interpersonali, che ne facilitino la transizione verso il mercato del lavoro. I tirocini sono considerati una pratica lavorativa a tempo pieno, rinnovabili una solo volta, retribuiti dall’organizzazione responsabile del tirocinio. Hanno una durata che varia da 2 a 6 mesi. Le opportunità di lavoro sono a tempo pieno, hanno una durata che varia da 3 a 12 mesi e prevedono la retribuzione del partecipante da parte dell’organizzazione responsabile dell’assunzione.

Scopri di più

Se sei un’Associazione o un gruppo informale di giovani partecipa al bando per implementare, rafforzare e aderire  al network radiofonico digitale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani

Consulta il bando 2020 ANG inRadio #più di prima, scade il 30 giugno 2020

Clicca qui per trovare tutta la documentazione necessaria per accedere al bando

NewsLetter

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle iniziative del mondo ANG