Cerca

FAQ per il nuovo bando Ang inRadio

23/06/2022 | Amministrazione Trasparente Bandi di gara, concorsi e contratti
FAQ per il nuovo bando Ang inRadio

1) Può un gruppo informale partecipare come capofila dell’ATS?

R1. Si. Anche un gruppo informale già aderente al Network ANGinRadio può essere designato come soggetto Capofila. 

2) Una volta formata l’ATS le fatture dovranno necessariamente essere intestate al capofila, oppure possono essere intestate anche ad uno dei soggetti del raggruppamento?

R2. Ai sensi dell’art. 3.1, il soggetto Capofila assumendo il coordinamento generale del progetto ha la rappresentanza e la responsabilità tecnica, amministrativa e finanziaria della sua gestione nei confronti del soggetto finanziatore. Ha facoltà di incassare le somme erogate, salvo che l’Accordo di conferimento del mandato non attribuisca ad altri tale onere. È fortemente raccomandato che in virtù delle responsabilità assunte dal soggetto Capofila sia lo stesso ad incassare le somme.

3) Possono comporre il raggruppamento ATS anche soggetti giovanili esterni al network di Ang inRadio?

R3. Ai sensi dell’art. 3.1, Le ATS devono essere costituite tra gli enti/organizzazioni/gruppi informali attualmente facenti parte del Network, pertanto soggetti giovanili esterni a tale network non possono far parte del raggruppamento.

4) I gruppi informali possono essere considerati come soggetti giovanili esterni coinvolgibili?

R4. Si. È importante però che emerga dal progetto il motivo del coinvolgimento. 

5) La quota di compartecipazione minima di ciascun associato dell’ATS (come riferito all’art. 3.2) è di almeno il 10% questo significa che ogni raggruppamento deve essere di massimo 10 soggetti?

R5. Si precisa che il Bando, come previsto dall’art.3.2, non fa riferimento alla “compartecipazione”. Circa la quota da assegnare a ciascun associato, il bando determina solo che la quota minima da corrispondere non può essere inferiore al 10% ma può essere superiore a tale percentuale, percentuale che può anche essere diversa tra gli associati (Es. Soggetto Capofila 30% – 1° Associato 20% – 2° associato 15% – 3° associato 15% – 4° associato 20%)-

6) Un presidio, che ai due precedenti bandi ha partecipato come associazione, può adesso presentarsi come gruppo informale per costituire l’ATS con gli altri presidi?

R6. Dipende. Da valutare le ragioni di tale scelta.

7) Si potrebbero avere maggiori specifiche sui partenariati?

R7. Come previsto dal Bando all’art.5, è possibile il coinvolgimento di realtà locali. Pertanto il progetto può prevedere la costruzione di reti con nuovi soggetti. Le ATS, invece, devono essere costituite tra gli enti/organizzazioni/gruppi informali attualmente facenti parte del Network. 

8) Le pagine social (Ang InRadio +nome città+…..) Utilizzate per gli altri due bandi dovranno essere cancellate? Potranno affiancarsi all’attività delle tre pagine principali che verranno create?

R8. No, non verranno cancellate.

9) 1. Si chiede di specificare quali siano i soggetti legittimati ad entrare nell’ATS. Possono partecipare solo le associazioni che hanno vinto in precedenti avvisi? In tal caso, anche i partner che avevano partecipato con le associazioni vincitrici? Come ci si regola nel caso di gruppi informali?

R9. Ai sensi dell’art. 3, il Bando è rivolto ai presidi radio esistenti e già aderenti al network ANGinRadio. Le ATS devono essere costituite tra gli enti/organizzazioni/gruppi informali attualmente facenti parte del Network. Certo, è possibile prevedere il coinvolgimento di partner già presenti nei precedenti avvisi. I gruppi informali possono entrare a far parte del raggruppamento.

NewsLetter

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sulle iniziative del mondo ANG