TOOL Fair: una riflessione sugli strumenti, le tecniche e i metodi più innovativi utilizzati con i giovani

Archivio notizie
UTILITÀ

Dal 17 al 21 novembre l'Italia ha ospitato a San Servolo la quinta edizione dell'evento internazionale TOOL Fair, organizzato dall'Agenzia Nazionale per i Giovani in collaborazione con il network SALTO-YOUTH (Support, Advanced Learning and Training Opportunities) e l'Agenzia Nazionale Francese.

Nell'arco di 4 giorni, 101 partecipanti, provenienti da 45 paesi dell'Europa e dalle aree limitrofe (paesi del Mediterraneo, del Sud est Europeo e dell'Area caucasica) hanno partecipato a 33 attività tra laboratori e workshop ed hanno condiviso strumenti formativi con l'obiettivo di migliorare la qualità pedagogica dell'educazione non-formale promossa dal Programma Gioventù in Azione.

All'evento hanno partecipato diverse Agenzie Nazionali del Programma GiA, formatori e animatori giovanili, chiamati a riflettere e condividere le proprie esperienze, grazie agli input di molti esperti, ed in particolare del Prof. Alessio Surian, esperto nel settore dell'educazione non-formale e docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Padova. Cosa è uno strumento pedagogico? Cosa sono le comunità di apprendimento e quelle di pratiche? Quando e come si passa da una comunità di apprendimento a una comunità di pratiche? Sono questi gli interrogativi a cui la TOOL Fair si è posta l'obiettivo di rispondere nella prospettiva di accrescere il livello di apprendimento e di qualità dell'educazione non formale.

Le attività svolte sono state condotte dal personale dei Centri Risorse SALTO-YOUTH europei, da 10 esperti dell'educazione non formale e da 15 formatori provenienti dai seguenti Paesi: Italia, Regno Unito, Grecia, Bulgaria, Spagna, Francia, Germania, Ungheria, Estonia, Bielorussia, Turchia, Armenia, Marocco, Svizzera,  Israele.

tf1

Nell'ambito della Tool Fair, la partecipazione italiana ha impegnato dei formatori, attivi anche  nell'ambito del Programma Gioventù in Azione, che hanno esposto le proprie esperienze nel campo della valutazione dell'apprendimento (attività presentata dall'associazione di promozione sociale Joint) e della facilitazione della comprensione delle 8 competenze chiave per i volontari SVE (attività promossa dall'associazione di promozione sociale Arci Catania). Un terzo partecipante di nazionalità  italiana, appartenente alla Anne Lindh Foundation, ha presentato un tool  in relazione alla situazione geopolitica dei Paesi Euromed.

La conclusione della Fiera si è svolta nell'ambito di una "Agorà/Mercato", durante la quale tutti i partecipanti hanno posto le basi per futuri partenariati e si sono confrontati sui rispettivi tool, materiali e progetti.

Per informazioni, clicca qui.

tf2

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE