GiA: problemi dell’E-form ed errori dei beneficiari

Archivio notizie
UTILITÀ

Come per tutte le innovazioni procedurali, l'introduzione dell'e-Form  (ossia del  "Formulario Elettronico") per la presentazione delle domande di finanziamento del 2012 ha portato diversi vantaggi per tutti, ma anche qualche incertezza ed incomprensione.

Le Guidelines che hanno accompagnato la pubblicazione dell'e-Form erano ben dettagliate, ma non sempre sono state applicate dall'utenza in modo adeguato e preciso.

Le principali difficoltà riscontrate hanno riguardato i Preliminary Agreement:

  • la maggior parte di essi è stata compilata e inviata all'applicant prima della submission della domanda di finanziamento all'ANG;
  • alcuni di questi non erano firmati dal legale rappresentante del partner promoter (come le Guidelines indicano);
  • alcuni non indicano il nominativo della persona che ha apposto la firma;
  • alcuni sono del 2011.

Inoltre, alcune domande di finanziamento pervenute non sono state "submitted" elettronicamente, ossia non sono state inviate on line; altre domande non riportavano la pagina attestante la submission, nonostante la domanda di finanziamento risultasse on line.

L'e-Form ha avuto dei malfunzionamenti: alcuni utenti, ad esempio, hanno visto sparire di colpo i contenuti inseriti; oppure per l'azione 3.1 Scambi di giovani, a causa di errori interni al software, è stato impossibile inviare progetti con più di 4 promotori; oppure ancora per l'azione 1.2 transnazionale è stato obbligatorio inserire il numero totale dei partecipanti coinvolti nel riquadro dedicato all'applicant.

Tenuto conto di tutto ciò, per la scadenza del 1 febbraio 2012 (R1) l'Agenzia ha adottato un atteggiamento di grande apertura nei confronti dei beneficiari, riservandosi di richiedere delle precisazioni eventuali prima della conclusione della fase valutativa dei progetti. Al fine di consentirci di procedere con maggiore speditezza nelle attività di valutazione, si richiede di prestare una maggiore attenzione e si suggerisce di effettuare sempre una rilettura/verifica prima di procedere alla fase di "submission" on line del formulario e prima di effettuare l'invio cartaceo della proposta progettuale.

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE