A metà percorso, diamo uno sguardo agli sviluppi di "Europe goes local"

Youth workers
UTILITÀ

A metà del suo percorso, presentiamo gli sviluppi del Partenariato Strategico Europe Goes Local (EGL), che vede l’Agenzia Nazionale per i Giovani impegnata in un network di attori europei a sostegno della qualità dello Youth Work a livello locale.

La nascita e gli obiettivi del Partenariato
EGL nasce per sostenere la qualità dello Youth Work a livello locale sollecitando la cooperazione e il networking tra i diversi stakeholder impegnati a livello municipale nel settore giovanile. Al momento, il partenariato coinvolge:
• 22 Agenzie Nazionali
• alcuni network europei, quali ad esempio Intercity Network, POYWE, la EU-CoE Youth Partnership e lo European Youth Forum
• circa 200 membri, tra cui 120 rappresentanti di municipalità a livello locale provenienti da 22 Paesi dell’UE.

Tra gli obiettivi specifici del progetto ci sono:
- riconoscere lo Youth Work e lo sviluppo della qualità in questo settore come parte fondamentale delle politiche giovanili a livello locale;
- rafforzare la dimensione europea e internazionale dello Youth Work a livello locale;
- sviluppare strategie per le Agenzie Nazionali a sostegno dello Youth Work;
- contribuire allo sviluppo dello Youth Work come parte della cooperazione europea nel settore giovanile.

Le azioni del progetto
Il progetto prevede una serie di azioni su diversi piani. A livello internazionale sono previste le seguenti attività:

• 3 eventi internazionali con cadenza annuale per favorire il networking e lo scambio di buone pratiche tra gli stakeholder: il primo si è svolto nel 2017 a Lubiana, in Slovenia; il secondo dal 5 al 7    giugno scorso a Cascais, in Portogallo; il terzo si realizzerà nel 2019;
• una mappatura per fotografare lo stato dello Youth Work a livello locale nei 22 Paesi europei rappresentati nel partenariato;
• l’elaborazione della “Carta europea dello Youth Work a livello locale”.

Le Agenzie Nazionali coinvolte, a loro volta, hanno costituito un gruppo di lavoro nazionale e definito un piano di azione nazionale per supportare gli scopi del partenariato strategico.

Il ruolo e le attività dell’ANG
L’Agenzia Nazionale per i Giovani a livello nazionale e all’interno della partnership:
- ha selezionato i membri della delegazione per il primo evento tenutosi a Lubiana nel 2017, delegazione poi riconfermata e ampliata in occasione del secondo evento a Cascais del 2018;
- ha contribuito alla mappatura dello Youth Work a livello locale rispondendo al questionario proposto dai ricercatori incaricati di effettuare la mappatura, in collaborazione con le Università di Salerno e di Bari;
- ha supportato i membri della delegazione italiana favorendo le connessioni tra le politiche giovanili e i programmi europei, i giovani e i loro Comuni di appartenenza;
- ha sostenuto gli scopi di EGL attraverso il proprio piano TCA, offrendo opportunità di formazione collegate alle tematiche del Partenariato Strategico e organizzando un evento nazionale a Roma nel febbraio 2018 per presentare il progetto e promuovere un lavoro di consultazione sul primo draft della “Carta europea dello Youth Work a livello locale”;
- ha coordinato la consultazione attuata a livello territoriale da alcune organizzazioni e amministrazioni locali, che si sono attivate spontaneamente nella realizzazione di 8 eventi da Nord a Sud, con il coinvolgimento di circa 200 partecipanti alla consultazione.

Il progetto allo stato attuale
Attualmente, l’intero partenariato impegnato nel progetto si sta adoperando per contribuire a far nascere la “Carta europea dello Youth Work a livello locale” quale documento dal basso; in tal senso, sta promuovendo consultazioni e partecipando ai numerosi dibattiti che si alternano in tutta Europa sul tema dello Youth work. Benchè ancora in bozza, il documento che diverrà la Carta europea si è già mostrato un ottimo strumento per suscitare l’interesse e la discussione su cos’è lo youth work, quali ne sono i tratti identificativi, i processi operativi e gli indicatori di qualità.

I prossimi passi per l’ANG prevedono che:

  • coordini il secondo round di consultazione sulla Carta, previsto fra ottobre e dicembre 2018;
  • supporti la delegazione italiana in progettualità future che nasceranno come follow up del secondo evento internazionale di EGL, in partnership con altri membri conosciuti a Cascais;
  • partecipi al terzo ed ultimo evento internazionale di EGL nel 2019;
  • diffonda la “Carta europea dello Youth Work a livello locale” e coordini l’eventuale piano nazionale per la sua implementazione, insieme agli stakeholders che vorranno attivarsi nei propri territori.

Per approfondimenti su Europe Goes Local:

- consulta il sito del progetto
- guarda il video introduttivo 
- vai alla pagina Facebook del progetto

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE