Il Quality Label in Corpo europeo di solidarietà

Corpo Europeo di Solidarietà
UTILITÀ

Le organizzazioni e gli enti che intendono partecipare a Corpo europeo di solidarietà per promuovere iniziative di volontariato, tirocinio o lavoro devono possedere l’accreditamento, denominato Quality Label. Fra le opportunità offerte da Corpo europeo fa eccezione soltanto l’iniziativa Progetti di solidarietà, per i quali non è necessario richiedere l’accreditamento.


La richiesta di Quality Label, che le organizzazioni e gli enti italiani possono inoltrare all’Agenzia Nazionale per i Giovani, avviene attraverso lo specifico modulo Quality Label. In esso si descrive la motivazione generale a realizzare progetti in Corpo europeo di solidarietà e si forniscono informazioni di base circa le attività di volontariato, tirocinio, lavoro che si è interessati a proporre ai giovani iscritti a Corpo europeo.
Il webform per richiedere il Quality Label è disponibile all’indirizzo https://webgate.ec.europa.eu/web-esc/screen/home, con codice ESC52 Quality Label. Il modulo reca con sé le Linee guida per la sua compilazione.
La richiesta può essere inoltrata online in qualsiasi giorno dell’anno.


Una volta ricevuta la richiesta di Quality Label, l’Agenzia impiegherà circa 8 settimane per la valutazione, che potranno condurre all’acquisizione del Quality Label oppure al respingimento della richiesta con motivazioni. Se accordato, il Quality Label avrà valore fino al termine del 2020, anno in cui terminerà l’attuale programma Corpo europeo di solidarietà.


Ottenuto il QL, gli enti/organizzazioni possono partecipare a Corpo europeo presentando progetti o aderendo in qualità di partner; hanno, inoltre, diritto a comparire nel database delle organizzazioni con Quality LabeL e ad accedere al database dei giovani iscritti a Corpo europeo della solidarietà.
Prima di effettuare la richiesta occorre prepararsi!
Tutti i dettagli sono disponibili nella Guida al Programma Corpo europeo di solidarietà, che dedica uno specifico capitolo al Quality Label. L’iter di valutazione delle richieste prevede la lettura della richiesta inviata, un’intervista telefonica con la persona di contatto ed una eventuale visita in loco; il personale dell’Agenzia valuta in tal modo sia la conoscenza dei principi e delle procedure del Programma, sia l’adeguatezza delle attività di apprendimento proposte ai partecipanti e delle misure di supporto a loro dedicate.


Guida al Programma 2019

erasmus mini

corpoeuropeo mini

occasioni mini

  • Facebook

  • Twitter

ALTRE ATTIVITÀ, PARTNERSHIP E CAMPAGNE