Risposte ai quesiti pervenuti: Gara a procedura aperta per l’affidamento delle attività formative alla partenza e all’arrivo dei volontari

Bandi
UTILITÀ

Risposte ai quesiti pervenuti: Gara a procedura aperta per l’affidamento delle attività formative alla partenza e all’arrivo dei volontari previste nell’ambito del Servizio Volontario Europeo del programma comunitario Gioventù in Azione - Annualità 2010.

22 luglio 2010

Numero Gara: 560946; CIG: 0509163E95

Q1: Buongiorno, stiamo studiando il bando per capire se partecipare in RTI con altre organizzazioni.
In caso di RTI i requisiti per la partecipazione (di cui al punto 9) devono essere posseduti dall'RTI nel suo insieme o da ciascun componente della stessa?

R1: L'insussistenza di ciascuna delle condizioni di esclusione dalla partecipazione alle procedure per l'affidamento di contratti pubblici indicate all'art. 38 del D. Lgs 163/2006 e richiamate al punto I dell'art. 9 del bando deve essere dichiarata da ciascun componente del RTI. I requisiti di capacità economico-finanziaria e di capacità tecnica-professionale previsti dal punto II dell'art. 9 del bando devono essere posseduti e dichiarati da tutti i componenti del raggruppamento sia costituito che costituendo; il requisito di capacità economico-finanziaria di cui alla lettera c) dovrà essere posseduto nella misura minima del 60 % dalla Società Capogruppo/Mandataria e nella misura minima del 10 % dalle società mandanti (resta inteso che il RTI dovrà soddisfare il 100% dei requisiti richiesti). I requisiti di capacità tecnica e professionale dovranno essere presentati da tutte le società in caso di RTI sia costituito che costituendo. Quanto richiesto dal punto III dell'art. 9 del bando di gara dovrà essere dichiarato o prodotto da tutti i componenti del RTI, ad eccezione della documentazione di cui alla lettera g) che dovrà essere prodotta dalla sola Capogruppo/Mandataria.
Si ricorda che, ai sensi dell'art. 37 c. 4 del D. Lgs. 163/2006, nell'offerta devono essere specificate le parti del servizio o della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori economici riuniti o consorziati.

Q2:Siamo interessati come organizzazione a  partecipare ai due bandi di gara dell'A.N.G. in scadenza il prossimo 27 luglio ( bando attività formative  Numero gara: 560946 CIG:0509163E95 e bando attività di valutazione Numero gara: 560992 CIG:0509184FE9), a tal proposito si pongono le seguenti richieste specifiche di chiarimenti:

a) C'è un disciplinare tecnico o capitolato dei servizi posti a gara?

R: No, in quanto le attività rientrano nell'ambito di quanto previsto all'interno delle finalità dell'Azione 2 del Programma "Gioventù in  Azione". Eventuali informazioni sul Programma e sull'Azione 2 sono disponibili sul sito www.agenziagiovani.it.

b) Il fatturato, come da requisito lettera c) punto II art.9 del bando,  deve essere riferito solo all'oggetto principale delle gare cioè al codice codifica 80500000-9 del CPV oppure anche alle codifiche 55300000-3, 98341000-5?

R: Il fatturato indicato nella lettera c) del punto II dell'art. 9 deve essere riferito solo all'oggetto principale della gara e cioè al codice codifica 80500000-9 del CPV.

c) Sempre per i requisiti alla lettera c) punto II art.9 del bando si chiede di conoscere qual' è il periodo di riferimento per l'ultimo triennio di esercizio?

R: Il periodo di riferimento per l'ultimo triennio di esercizio è 2007- 2008- 2009.

d)Oltre alla formula del R.T.I. nelle gare in questione e'ammessa la procedura dell'avvalimento Art. 49./50 Dlgs 163/06?

R: L'istituto dell'avvalimento è ammesso nei limiti di legge.

Q3: In riferimento al requisito Capacità tecnica e professionale previsto al punto II del art. 9 dei bandi in scadenza il 27 luglio (( bando attività formative Numero gara: 560946 CIG:0509163E95 e bando attività di valutazione Numero gara: 560992 CIG:0509184FE9),  si chiede se la certificazione dei servizi prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici può essere sostituita dalle copie dei contratti esistenti  tra la nostra organizzazione e gli enti pubblici nostri appaltanti, inerenti i servizi del triennio 2007-08-09 aventi ad oggetto quello principale di  gara codice codifica 80500000-9 del CPV.

R3: La certificazione dei servizi prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici può essere sostituita dalle copie dei contratti stipulati tra il concorrente e la stazione appaltante se accompagnati da autocertificazione attestante la loro regolare esecuzione (anche se in itinere).

Q4: Sempre in riferimento alle gare dell'A.N.G.  in scadenza il prossimo 27 luglio ( bando attività formative  Numero gara: 560946 CIG:0509163E95 e bando attività di valutazione Numero gara: 560992 CIG:0509184FE9), quale documentazione si chiede di produrre concretamente (quando alla lettera d)del punto III dell'art.9 dei due bandi   si fa riferimento "documentazione attestante la messa in campo di capacità finanziare e professionalitàproporzionate alla quantità di fondi comunitari che l'organismo sarà chiamato a gestire" .

R4: In riferimento alla lettera d) del punto III dell'art. 9 si deve produrre una dichiarazione attestante la disponibilità economica e di risorse professionali del concorrente, idonee a garantire il corretto e puntuale espletamento delle attività oggetto del bando., anche qualora venga richiesta l'esecuzione anticipata del servizio; l'accertamento, a cura dell'Agenzia, è assolutamente discrezionale.

Q5: Si chiede se in luogo della documentazione richiesta alla lettera e) del punto III dell'art.9, di entrambi i bandi,  è possibile inviare per i diretti responsabili degli adempimenti della prestazione, in firma originale un EUROPASS CURRICULUM VITAE e/o un EUROPASS PASSAPORTO DELLE LINGUE facendo riferimento alla Dichiarazione Sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000?

R5: E' possibile inviare in firma originale un EUROPASS CURRICULUM VITAE e/o un EUROPASS PASSAPORTO DELLE LINGUE, salva la facoltà dell'Agenzia di controllare la veridicità di quanto dichiarato con l'autocertificazione.

Q6: In riferimento alla formazione da destinare a favore dei 580 volontari indicati dall'avviso, si chiede se l'intervento complessivo (da realizzarsi in un arco temporale minimo di 128 gg ai sensi di quanto indicato dal Bando) debba essere realizzato nell'arco temporale minimo di 128 gg al fine di raggiungere contemporaneamente i 580 volontari (in tal caso occorrerebbe avviare le azioni formative, per. es.,  in 20 classi da 29 corsisti cadauna) e se la scrivente società potrà scegliere di distribuire le azioni didattiche presso le sedi formative geograficamente più vicine alla residenza dei corsisti o è da ritenersi vincolata alla Regione Lazio.

R6: Si precisa che il bando relativo al Servizio Volontario Europeo non fornisce in modo rigido e predefinito il numero esatto delle giornate formative complessive, bensì ne espone una stima.  Infatti, all'articolo 2 lettera b) si precisa che il ciclo formativo dovrà comprendere "… fino a 12 seminari -incontri di formazione alla partenza … " e "… fino a 10 incontri di formazione  all'arrivo". Tali indicatori quantitativi sono da intendere come un riferimento  massimo e non  minimo. Il numero esatto degli incontri formativi dipenderà dalla effettiva quantità di volontari che realmente parteciperanno all'incontro formativo. Diversamente, è precisamente definito il numero delle giornate e delle ore per ogni modulo formativo (vedi art. 2 b del bando.)
Sulla contemporaneità delle attività formative, si precisa che il bando, al medesimo articolo, non fornisce questo vincolo, ma richiede che siano organizzate "… in periodi congruenti con le date di inizio delle attività dei progetti finanziati".
Quanto alla logistica delle attività formative si rimanda all'art 3 del bando in base al quale "è data facoltà al soggetto aggiudicatario, previa autorizzazione del soggetto appaltante, di individuare la/e sede/i di esecuzione delle attività".